Segnalazione:
APLAR 7 - Venezia. Palazzo Ducale, 7 - 8 novembre 2019

 





Autorizzo il trattamento dei dati (D.L. 30/06/2003 n.196)

Presentazione

APLAR è il nome del Convegno dedicato alle applicazioni laser nel restauro, settore dei beni culturali dal quale è stato derivato l'acronimo.
Nato nel 2007, in occasione della prima edizione tenutasi a Vicenza, il Convegno APLAR ha l’obiettivo di costituire un punto di riferimento e il veicolo per la disseminazione di pratiche, informazioni, ricerche, metodologie nel campo della conservazione e del restauro dei beni storici e artistici.
La sua principale finalità è quella di raccogliere e mettere a confronto le esperienze pratiche e quelle di ricerca, creando sinergie tra il ‘saper fare’ della collettività italiana e quella estera sul tema dell’ablazione laser. Continua...

Con l’edizione del 20I2, svoltasi a Roma, il Convegno APLAR ha iniziato a dedicare attenzione anche ad altre tecnologie strumentali utilizzate nelle pratiche della conservazione, aprendo ulteriori spazi di confronto e di informazione su tecniche, sistemi e metodi per la rimozione di sostanze superficiali e su argomenti relativi alla diagnostica e alla modellazione 3D alle diverse scale
micro e macro.
APLAR, dunque, promuove un approccio interdisciplinare per sollecitare l’interesse dei restauratori, dei chimici, fisici, ma anche degli storici dell’arte, architetti, ingegneri, archeologi e, non ultimi, degli studenti.
Gli incontri vengono pubblicati e resi fruibili attraverso la pubblicazione di Atti.

La settima edizione del convegno APLAR sarà tenuta presso il Palazzo Ducale a Venezia.
Le edizioni precedenti si sono svolte a Vicenza (16 giugno 2007), Siena (4 luglio 2008),
Bari (18-19 giugno 2010), Roma (14-15 giugno 2012), Città del Vaticano (18-20 settembre 2014), Firenze (14-16 settembre 2017).
.................................................................................................

Introduction
APLAR is a biannual conference dedicated to laser applications in the field of conservation and restoration of Cultural Heritage.
The first APLAR conference was held in Vicenza in the 2007, since then our main aim is to create a reference point for the dissemination of practices, information, research and methodologies in the field of conservation and restoration of historical and artistic assets.
Our goal is to collect and compare practical and research experiences and create synergies between Italian and foreign practices on the subject of laser applications.

During the 2012 APLAR edition held in Rome, attention was paid to innovative instrumental technologies used in conservation practices, opening up further areas for comparison and information on techniques, systems and methods for the removal of surface accretions and on topics related to diagnostics and 3D modelling at different micro and macro scales.
APLAR, aims to promote an interdisciplinary approach to solicit the interest of restorers, conservators, chemists, physicists, as well as art historians, architects, engineers, archaeologists and students.
Conference acts are annually published and available to the public.

The seventh edition of APLAR will be held at the Palazzo Ducale in Venice.
Previous editions took place in Vicenza (16 June 2007), Siena (4 July 2008),
Bari (18-19 June 2010), Rome (14-15 June 2012), Vatican City (18-20 September 2014), Florence (14-16 September 2017).
Chiudi



APLAR 7

La settima edizione del convegno biennale APLAR si tiene a Venezia, città che ha visto la prima applicazione di un laser nel restauro di un’opera d’arte. Ben 47 anni ci dividono da quel primo tentativo di pulire la pietra con un’apparecchiatura tecnologica all’avanguardia: era il 1972, il secolo scorso, e non solo dal punto di vista cronologico del calendario ma anche da quello del tipo di approccio alle problematiche antiche del restauro, con l’innovazione tecnologica.
Continua...
I sei convegni precedenti hanno affinato progressivamente il taglio degli argomenti rotanti intorno al laser nella conservazione, dalla scelta delle sorgenti, dei modi operativi, delle superfici da trattare e la combinazioni con altre tecniche tradizionali in un percorso parallelo dove si possono toccare con mano, non tanto gli sviluppi della tecnologia dei laser, di per sé evidenti, ma soprattutto della mentalità del mondo del restauro che ha già metabolizzato il laser come strumento non più extra-ordinario.
Come conviene alle saghe famose ed ai cicli fantastici del cinema spettacolare, anche APLAR vuole presentare un “prequel” di questi 12 anni di incontri, riandando con la memoria e i fatti a ripercorrere il relativamente recente cammino del laser nella conservazione.

Questo settimo appuntamento ha quindi l’ambizione di misurare il tempo trascorso e riassumere le metodologie intercorse da quell’epoca fino ad oggi attraverso l’incontro con i protagonisti di allora, i precursori, i loro continuatori, le scuole di ricerca e di pensiero, i fatti e le opere che sono state trattate e studiate da allora fino ad oggi.
Anche per questa occasione il convegno prende vita grazie al patrocinio di numerosi enti di tutela, istituti di ricerca e conservazione ed al generoso contributo di imprese di restauro e di produzione di dispositivi laser, ed è significativo che proprio la città lagunare, che è stata la culla dell’uso del laser nel restauro, ospiti la manifestazione nella magnificenza del Palazzo Ducale.

Il convegno sarà in lingua Italiano-Inglese e viceversa con traduzione simultanea.


Il Convegno APLAR 7

è Patrocinato da :
Ministero per i Beni e le attività Culturali e per il Turismo, Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Centro Conservazione Restauro La Venaria Reale, Istituto di Fisica Applicata 'Nello Carrara'- CNR, Consiglio Nazionale Italiano dei Monumenti e dei Siti ICOMOS, SCIBEC-Università di Pisa, University of Gothenburg, Pontificia Commissione di Archeologia Sacra, Gruppo Italiano International Institute for Conservation, Associazione Bastioni, Assorestauro;

in Collaborazione con :
Soprintendenza Archeologia, belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna, Fondazione Musei Civici Venezia, Restauri Brunetto di Brunetto Anna;

il Contributo di :
EL.EN.Electronic Engineering SpA, Quanta System SpA, Bresciani Srl, Nardini Editore.
.................................................................................................

APLAR 7
The seventh edition of the biannual APLAR conference is held in Venice, the first city to see the use of laser applications on cultural heritage. Approximately 47 years separate us from that first attempt to clean stone artefacts with cutting-edge technology. Laser technology was first used in Venice in 1972. What separates us now from then are not only the days in the calendar but a way of working on cultural heritage which has dramatically changed.
The six previous APLAR editions have progressively dealt with various topics related to laser applications, such as the choice of laser sources, the operating modes, the treated surfaces and how to combine laser technology with traditional remedial treatments. We have also discussed how laser technologies have developed and how this technology is today accepted in the field of cultural heritage as another tool to consider rather than an extra-ordinary choice.
With a flair of cinematic proudness, this years’ edition of APLAR will present a prequel of the last 12 editions, tracing the evolution of laser technology in the field of conservation since its infancy until today.

This seventh APLAR edition wants to examine the evolution of these last decades and summarise how methodologies have changed since then. This will take place by talking with the protagonists of that time, the precursors of laser technology and with those who today are leaders in the field. As contributors to these conversations we have also invited members of research institutes, professionals who hold contrasting schools of thought and who will illustrate current and past case studies.
As in previous editions, the 2017 APLAR conference has been made possible thanks to the many patrons and sponsors who have generously contributed to this years’ edition. A special thank you goes to the many research and conservation institutes, administrative bodies and commercial companies that deal with conservation products and laser devices. A very special mention must go to the Lagoon City, Venice, the birth cradle of laser technology in the field of cultural heritage, that is generously hosting this years’ edition in the unique venue of the magnificent Ducal Palace.

The conference will be in Italian-English and vice versa with simultaneous translation.

The APLAR 7 Conference

it is Sponsored by:
Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism, Higher Institute for Conservation and Restoration, Opificio delle Pietre Dure, Conservation Restoration Center La Venaria Reale,Institute of Applied Physics' Nello Carrara'-CNR,Italian National Council of Monuments and the Sites-ICOMOS, SCIBEC GroupDepartment of Chemistry and Industrial Chemistry-University of Pisa, University of Gothenburg, Pontifical Commission for Sacred Archeology, Italian Group International Institute for Conservation, Associazione Bastioni, Assorestauro;

in Collaboration with:
Superintendence of Archaeology, Fine Arts and Landscape for the Municipality of Venice and the Lagoon, Venice Civic Museums Foundation, Brunetto Restoration of Brunetto Anna;

with the Contribution of:
EL.EN.Electronic Engineering SpA, Quanta System SpA, Bresciani Srl, Nardini Editore.
Chiudi


Scarica depliant programma in italiano

Download brochure program in english

Mappa ingresso al convegno a Palazzo Ducale